Appello all’azione

Insieme contro la follia del caro-affitti!
Protestiamo a Berlino il 28 marzo 2020.

Abbiamo vissuto sulla nostra pelle l’aumento degli affitti, subito lavori di rinnovamento non necessari, testimoniato a cessazioni di contratto improvvise (Eigenbedarfskündigung) e sfratti (Entmietung). Viviamo nel timore quotidiano che noi, o il nostro negozio di fiducia, il cinema, l’asilo o il bar che frequentiamo possa essere la prossima vittima.
Il sistema folle che regola gli affitti ci ha spinti ancor di più nell’ingiustizia sociale, cancellando uno ad uno quei posti che più amiamo delle nostre città. Non può continuare così, ne abbiamo abbastanza.

La disuguaglianza sociale che deriva da questioni abitative non è un fenomeno naturale. È il prodotto della commercializzazione di una nostra necessità basilare. Finché lo spazio urbano e le abitazioni saranno soggette alle leggi del libero mercato ci sarà chi ci speculerà sopra: creando una scarsità virtuale dell’offerta di abitazioni gli sarà possibile giustificare l’aumento degli affitti, sottraendo a noi preziose risorse.

Lotteremo per una città libera dalla speculazione, una città che sia un’ambiente di vita sano per tutti, indifferentemente dall’origine, lingua, età o qualsiasi differenza personale; una città in cui nessuno debba essere obbligato a vivere in campi o ripari improvvisati, o addirittura per la strada.

Unità e solidarietà contro l’ingiustizia sociale!

Il nostro impegno a resistere cresce più velocemente del caro-affiti: lo scorso aprile solo a Berlino oltre 280 realtà sociali hanno organizzato una protesta contro gli sfratti, le rilocazioni forzate e la svendita degli spazi in cui viviamo. Eravamo 40.000 alla manifestazione!

È sempre più evidente come solo una resistenza forte, solidale e ben diffusa possa ottenere effetti concreti: insieme possiamo impedire o bloccare sfratti, aumenti non giustificabili dei canoni d’affitto, privatizzazioni. Alcuni complessi residenziali sono stati ri-municipalizzati, la lobby del real-estate ha ben da temere da procedimenti di esproprio, ed il senato della città ha introdotto alcune contromisure a nostro favore. Tuttavia, le zone protette (Milieuschutz) e il tetto ai canoni d’affitto non è abbastanza.
La nostra lotta continua, unita e organizzata!

Ci opponiamo con la nostra solidarietà, la nostra compattezza e diversità contro una città sempre più cara, dove un bene primario sta diventando proprietà di pochi.

Lottiamo per:

  • un radicale cambio di passo della politica degli affitti
  • la comunitarizzazione delle abitazioni e dei terreni edificabili
  • una rideterminazione genuinamente democratica dei diritti collettivi degli affittuari
  • la fine degli sfratti forzati
  • la decriminalizzazione dello sciopero dei pagamenti degli affitti, dell’occupazione di spazi vacanti, e l’eliminazione della „Berliner Linie“!

Resistenza!

Partecipa alla manifestazione il 28 marzo 2020, alle ore 13:00,partenza da Potsdamer Platz. Durante l‘Housing Action Day’ ci saranno manifestazioni parallele ed azioni di protesta in molte altre città europee, e non solo. Uniamoci e partecipiamo agli Action Days, dal 20 al 28 marzo!

Insieme contro gli sfratti e la follia del caro-affitti! Perchè il diritto alla casa è un diritto umano.